Focus della ricerca

The content on this page was translated automatically.

Descrizione del progetto

I progetti del FB 02, riuniti sotto il tema guida delle scienze umane ambientali, combinano gli approcci di ricerca delle scienze umane e degli studi culturali alla sostenibilità nelle sue dimensioni ecologiche, politiche, storiche, linguistiche e culturali. In una prospettiva trasversale e integrativa, vengono ripresi gli approcci postcoloniali e indigeni e vengono combinati approcci analitici culturali, antropologici ambientali e artistici.

Da una prospettiva filosofica, i punti ciechi della ricerca sulla sostenibilità orientata all'applicazione e limitata ad approcci concreti e tecnici alle soluzioni sono resi visibili attraverso riflessioni teoriche fondamentali sul rapporto uomo-natura. I progetti di ricerca e di insegnamento attingono alla ricchezza degli approcci naturali e biofilosofici, riprendono gli impulsi della teoria critica e dell'antropologia filosofica e intervengono negli attuali dibattiti sull'etica climatica, ambientale e animale.

Inoltre, la regione dell'America Latina è al centro della ricerca di Kassel sulla sostenibilità, che viene studiata in stretta connessione con il Centro Maria Sibylla Merian de Estudios Latinoamericanas Avanzados(CALAS) e il Centro de Estudios Latinoamericanos(CELA). Le retoriche e i modelli di crisi (gestione) sono un tema altrettanto importante delle disuguaglianze sociali e delle loro manifestazioni nella letteratura, nei discorsi e nell'educazione.

Un'altra attenzione è rivolta all'educazione allo sviluppo sostenibile. La didattica delle lingue esplora lo sviluppo sostenibile nella formazione degli insegnanti e apre prospettive di trasformazione della pratica didattica. Questo obiettivo viene perseguito da un lato con la parola chiave "Garantire un'istruzione inclusiva ed equa" e dall'altro con la trasformazione digitale nell'insegnamento delle lingue (straniere).

 

Progetti del focus

Realtà virtuale e plurilinguismo: una modalità didattica nell'insegnamento universitario per la professionalizzazione dei futuri insegnanti di lingue straniere

Ecologie liquide/Ecologie del fluido

eco-operazioni/e-cooperazioni

Rappresentazione neuropsicologica del genere

Codifica linguistica di atteggiamenti e credenze

Materialismo interdisciplinare

Nature speculative. Sullo status della filosofia naturale nell'attuale discorso ambientale

Filosofia della ricerca sugli animali

Enattivismo come biofilosofia?

Afrontar las crisis: Perspectivas transdisciplinarias desde América Latina

Affrontare le desigualdades in America Latina: prospettive su riqueza e poder

Storia naturale ed estrattivismo in epoca coloniale: l'America Latina in primo piano

 

Partecipanti

Prof. Dr. Claudia Finkbeiner

Prof. Dr. Liliana Gómez

Prof. Dr. Holden Härtl

Prof. Dr. Philip Hogh

Prof. Dr. Dr. Kristian Köchy

Dott.ssa Francesca Michelini

Prof. Dr. Claudia Schlaak

Prof. Dr. Angela Schrott

Prof. Dr. Jan-Henrik Witthaus

Descrizione
La ricerca linguistica interfilologica "Sistema e testo" esamina l'interazione tra sistema linguistico e uso della lingua, con particolare attenzione all'interazione tra routine e creatività. I testi - intesi come azioni linguistiche orali o scritte - sono analizzati nella loro collocazione storica e comunicativa. La base delle azioni linguistiche è la conoscenza di una singola lingua e di una varietà, che viene modellata come un sistema complesso di sottosistemi interagenti. Questi sottosistemi sono registrati nei loro potenziali combinatori per spiegare le caratteristiche strutturali delle strutture semantico-sintattiche di base e la loro interpretazione sia dal punto di vista di una singola lingua che di una lingua comparata. I corrispondenti argomenti di interfaccia sono studiati nelle loro implicazioni per la comprensione sistemica del linguaggio e per le preoccupazioni del multilinguismo, dell'acquisizione delle lingue straniere e dell'apprendimento delle lingue nelle scuole.

Progetti nell'area prioritaria
- Strutture sintattiche di base del Nuovo Alto Tedesco. Sulle basi grammaticali di un corpus di riferimento del Nuovo Alto Tedesco (GiesKaNe)
- La rappresentazione degli eventi di movimento: un'indagine empirica sui fattori grammaticali e cognitivi che determinano la concettualizzazione delle componenti del movimento
- Riferimento ai nomi: la citazione e l'interfaccia lessico-pragmatica
- Costruzioni linguistiche degli studenti in contesti di insegnamento cooperativo: status, caratteristiche, funzioni

Partecipanti
Prof. Dr. Vilmos Ágel
Prof. Dr. Karin Aguado
Prof. Dr. Olaf Gätje
Prof. Dr. Holden Härtl

Descrizione
Questo indirizzo di ricerca è sinonimo di studi testuali interdisciplinari e culturalmente orientati. I testi sono intesi come formazioni linguistiche orali o scritte che costituiscono discorsi che contribuiscono a plasmare una società mediaticamente diversa. La triade testo-discorso-società viene studiata dalle prospettive della linguistica e degli studi letterari.

Da un punto di vista linguistico, i fenomeni linguistici sono studiati sullo sfondo di contesti sociali, politici, economici, filosofici, religiosi, legati al soggetto, scientifici, artistici e quotidiani. La lingua viene esaminata come mezzo con cui gli esseri umani danno forma al mondo. In questo modo, si possono riconoscere modelli e tradizioni nei testi e nei discorsi, tenendo conto di fattori multimodali. Un'attenzione particolare è rivolta al rapporto tra lingua e cognizione o alla generazione linguistica di conoscenze e opinioni nella sfera pubblica.

Dal punto di vista degli studi letterari, i testi vengono esaminati sia a livello micro (strutture, stile, narrazioni) sia a livello macro (nella loro relazione con i contesti socio-culturali). Vengono presi in considerazione sia i complessi di segni fittizi che quelli fattuali. Questi formano discorsi (critici, affermativi, teorici, pratici) in cui una società riflette se stessa. Si presta particolare attenzione alle configurazioni di ordine e disordine, norma e sovversione, tradizione e rottura.

Progetti dell'area prioritaria
- La Stasi e la sottocultura della DDR: tentativi operativi di decomposizione
- Lessicografia digitale/storia delle parole(Wortgeschichte digital - WGd). WGd)
Comunicazione d'arte (Centre for Exhibition Studies/Istituto Documenta)
- Dimensioni estetiche del normativo nella letteratura e nell'arte
- Il pop come discorsività della cultura della conoscenza
- Narrazioni animali-umane (Sottoprogetto nella priorità LOEWE "Animal - Human - Society")
- Discorsi di genere medievali
- Discorsi normativi sociali/censura (Elenco di Kassel)
Competenza testuale e complessità testuale  (sottoprogetto in PRONET e PRONET2, Quality Offensive Teacher Education)
- Discorsi sulle crisi e sulla gestione delle crisi in America Latina (focus: disuguaglianza sociale, trasformazione ecologica, identità regionali, CALAS)
- Il linguaggio nelle teorie del complotto (Progetto DFG)

Partecipanti
Prof. Dr. Andreas Gardt
Prof. Dr. Liliana Gómez
Prof. Dr. Stefan Greif
Prof. Dr. Michael Mecklenburg
Prof. Dr. David Römer
Prof. Dr. Nikola Roßbach
Prof. Dr. Claudia Schlaak
Prof. Dr. Angela Schrott

Descrizione
Il focus di ricerca interdisciplinare è dedicato a varie costellazioni di narrazione e conoscenza dalle prospettive della linguistica e degli studi letterari, della filosofia e della teologia. Sullo sfondo di una complessa tradizione di ricerca (poetologia della conoscenza, analisi del discorso, epistemologia, studi sulla letteratura e sulla scienza, ecc.

Gli incontri testuali tra la narrazione come attività culturale e modalità di rappresentazione che genera coerenza testuale, da un lato, e la conoscenza come formazione storicamente dinamica e strutturata dal potere di un sapere analiticamente descrivibile, dall'altro, avvengono in vari modi, ad esempio come correlazione, ricezione, produzione, interdiscorso, passaggio mediale, trasformazione o sovversione. Nella ricerca sull'incontro tra narrazione e conoscenza, la domanda è cosa succede quando campi di affermazioni epistemicamente fondate si formano come sequenze di eventi sullo sfondo di modelli di azione culturalmente disponibili o, al contrario, modelli narrativi strutturano discorsi scientifici o narrazioni generano conoscenza del mondo. In questo contesto, le dicotomie comuni (fattuale/finzionale; storico/letterario; concettuale/narrativo ecc.) devono essere messe in discussione.

Al centro della ricerca vi sono i fenomeni di interfaccia epistemico-narrativa a livello di contenuto testuale (ad esempio, la conoscenza dei sogni, le descrizioni di viaggi in paesi stranieri, la narrazione scientifica, l'esperienza religiosa), di struttura testuale (la prospettiva come funzione di mediazione della conoscenza narrativamente mediata; l'uso del tempo), ma anche a livello di produzione e ricezione testuale (storiografia, profezia, canone).

Un obiettivo di ricerca comune sono le strategie di autenticazione: gli schemi con cui testi narrativi di diverso genere, collocazione storica e orientamento tematico pretendono di rappresentare la "realtà" e con cui sono connessi concetti come verità (pretesa), autenticità e testimonianza.

Progetti prioritari
- Libri e biblioteche come depositi di conoscenza
- Narrazioni di viaggio
- Contested Amnesia and Dissonant Narratives in the Global South: Post-conflict in Art, Literature, and Emergent Archives
- Poetising Knowledge in Life Science and Philosophy
Dream-Knowledge in Literature and Film
Time, Film e Narrazione
- L'esperienza mistica e il luogo teologico-poetico della narrazione
- Narratologia politica delle opere storiche bibliche
- Narrazione/conoscenza/genere nel primo periodo moderno
- Tesi, aspetto, narrazione nelle lingue romanze
- Rappresentazione personale nel romanzo dittatoriale latinoamericano

Partecipanti
Prof. Dr. Susanne Bach
Prof. Dr. Daniel Göske
Prof. Dr. Liliana Gómez
Prof. Dr. Kristian Köchy
Prof. Dr. Stefanie Kreuzer
Prof. Dr. Mirja Kutzer
Prof. Dr. Ilse Müllner
Prof. Dr. Nikola Roßbach
Prof. Dr. Jan-Henrik Witthaus

Descrizione
Educazione, apprendimento e media sono le linee guida epistemiche, categoriali e metodologiche della pratica didattica e di ricerca delle discipline partecipanti: filosofia, didattica del tedesco, ricerca sull'insegnamento e l'apprendimento delle lingue straniere inglesi/americane e didattica della religione.

Sotto la linea guida dell'educazione nel senso di pratiche per l'acquisizione personale di una ragionevole autodeterminazione, si concentrano i processi linguistici, discorsivi e testuali di appropriazione nelle istituzioni formali e informali. Un interesse particolare è rivolto alla standardizzazione e all'economizzazione dell'istruzione imposte dalla digitalizzazione e alle sue conseguenze sociali.

Nell'ambito della linea guida L 'apprendimento come momento centrale della pratica di vita, l'attenzione si concentra sull'alfabetizzazione digitale a scuola e sulla concettualizzazione teorica della tensione tra l'inerzia delle relazioni di apprendimento scolastico-letterario legate alle istituzioni e la multimedializzazione digitale-tecnica extrascolastica della cultura quotidiana, nonché sulla sua operatività per la ricerca empirica in classe.

Sotto la voce " media" , l'attenzione si concentra sulle modalità di insegnamento e apprendimento supportate dai media e sulla questione di quali opportunità di apprendimento siano aperte dai formati digitali e quali siano limitate. In particolare, vengono analizzati i processi di insegnamento-apprendimento su Internet nell'ambiente scolastico e universitario, la medialità e la letteralità delle presentazioni degli studenti supportate da software, la rilevanza dei media digitali per l'apprendimento religioso, nonché i processi di problem-solving cooperativo e la conoscenza co-costruttiva negli ambienti di apprendimento digitali.

Progetti dell'area prioritaria
- Speaking, Multimodality and Digitality
- cooperazione digitale online: Internazionalizzazione della formazione degli insegnanti
- ricerca didattico-empirica sulla scrittura (dieS)
- Media Education
- Educazione etica ed estetica
- Scrittura e digitalità
- Rilevanza dei media nelle conversazioni in classe
- Rilevanza delle piattaforme interattive nell'insegnamento delle lingue straniere
- Virtuale, spazi di apprendimento multilingue
- Teoria critica dell'educazione e media digitali

Partecipanti
Prof. Dr. Claudia Finkbeiner
Prof. Dr. Olaf Gätje
Prof. Dr. Jennifer Pavlik
Prof. Dr. Annegret Reese-Schnitker
Prof. Dr. Claudia Schlaak
Prof. Dr. Dirk Stederoth

Descrizione
Questa ricerca si propone di indagare il rapporto tra l'interpretazione e l'oggetto interpretato. Da una prospettiva teologica, linguistica e letteraria, viene esplorato il fenomeno dell'accessibilità e della contemporanea indisponibilità dell'oggetto da interpretare.

L'interpretazione - che, in quanto comprensione guidata, rappresenta un metodo fondamentale delle nostre discipline - serve a cogliere qualcosa di dato, ad esempio un testo. Allo stesso tempo, genera qualcosa di nuovo realizzando parzialmente il potenziale di significato potenzialmente inesauribile del testo come attribuzione di senso.

Un punto di riferimento teorico centrale della ricerca è l'attuale dibattito realismo-costruttivismo. Su questo sfondo, viene esplorata la relazione tra l'approccio costruttivista e il punto di riferimento realista dell'interpretazione. In questo contesto, l'interpretazione può produrre un oggetto solo nella modalità di appropriazione, non in una forma pura epistemologicamente indipendente.

Da una prospettiva linguistica, ci si interroga sul valore di verità delle interpretazioni e sulla formazione multimodale del significato; da una prospettiva di studi letterari, sul nucleo di significato postulato ma indisponibile; da una prospettiva teologica, sul rapporto tra esegesi e interpretazione, sull'indisponibilità dell'incontro linguistico con Dio e sulle condizioni di appropriazione della comprensione del discorso e dei testi religiosi nel contesto della comprensione, della ragione e della fede.

Progetti del focus
- Determinazione di una linguistica fenomenologica
- Traduzione letteraria del Nuovo Testamento
- Intraducibilità
Teologia dei Vangeli sinottici
Elaborazione di un'ermeneutica teologica e di un'enciclopedia nel quadro di una teologia sistematica
- Storia dell'erudizione neotestamentaria dal XVIII al XX secolo.

Partecipanti
Prof. Dr. Petra Freudenberger-Lötz
Prof. Dr. Andreas Gardt
Prof. Dr. Daniel Göske
Prof. Dr. Tom Kleffmann
Prof. Dr. Paul-Gerhard Klumbies

Descrizione

Il Climate Thinking è nato nel 2019 come progetto tra i dottorandi del programma di dottorato GeKKo, è stato fondato nel 2020 come focus di ricerca e insegnamento presso l'FB02 e si è costituito come IAG nel 2022.

Il Climate Thinking comprende e analizza fenomeni come "clima" e "ambiente" nella loro natura linguistica e nella loro condizionalità culturale - in modo complementare alle tradizioni di ricerca formate dalle scienze naturali. La ricerca non è orientata alle logiche e ai metodi di ricerca delle singole discipline, ma guarda ai discorsi sulla crisi climatica e alle concezioni della sostenibilità utilizzando tre approcci intrecciati: Partendo dal presupposto che i fenomeni negoziati sono condizionati da contesti complessi - sociali, culturali, ecologici, economici, politici, tecnici, scientifici - guardiamo alle interconnessioni in cui vengono parlati, narrati e pensati .

Nella nostra ricerca, sviluppiamo approcci critici ai complessi problemi della crisi climatica e della sostenibilità, ancoriamo le nostre domande e metodologie all'insegnamento accademico e discutiamo i nostri processi insieme al pubblico per rifletterli e ampliarli. Intendiamo l'espansione e l'integrazione costante del nostro inventario metodologico come un processo necessario per rendere accessibili quelle interconnessioni di pensiero e abitudini di vita che costituiscono i complessi problematici nel loro radicamento sociale complessivo.

Progetti del focus

- Attività didattiche a livello di dipartimento con oltre 60 eventi (a partire dal semestre estivo 2022)

Pubblicazioni interdisciplinari

- Creazione di una piattaforma digitale di pubblicazione e documentazione"Living Handbook", 2020, premiata con l'E-Learning Prize dell'Università di Kassel.

- Serie di conferenze internazionali e interdisciplinari "Climate Thinking", semestre estivo 2021

- Internazionale, ciclo di conferenze interdisciplinari "Apocalypse and Apathy", semestre invernale 2022/23

- Partecipazione alla mostra "Wunderkammer moderna. 50 anni - 50 oggetti" (2021/22) e "Knowledge storage - 100 idee per il mondo di domani" (2022).

- Partecipazione a vari format di trasferimento della conoscenza, ad esempio in collaborazione con la città di Kassel, il Teatro di Stato di Kassel e il Museo della città di Kassel.

Coinvolto

IAG Pensiero climatico

Tamara Bodden

Dr. Felix Böhm

Dr. Martin Böhnert

Mateo Chacón Pino

Dr. Dagobert Höllein

Nicole Kasper

Silvie Lang

Dr. Nils Lehnert

Christina Liemann

Philippe-André Lorenz

Dott.ssa Anna Meywirth

Dr. Paul Reszke

Christine Riess (relatore)

Annika Rink

Valentina Roether

Dr. Murat Sezi (relatore)

Jan Sinning

Vanessa-Nadine Sternath

Maria Weber